Informazioni generali

MUSICALE titolo

"Imparare a stare in un coro, in una banda, in un’orchestra, significa imparare a stare in una società dove l’armonia nasce dalla differenza, dal contrappunto, dove il merito vince sul privilegio e il vantaggio di tutti coincide con il vantaggio dei singoli" 
                                                                                            M° Riccardo Muti

Indicazioni generali 

L’Istituto Comprensivo Statale Polo 2 di Casarano offre agli alunni la possibilità di frequentare il Corso ad Indirizzo Musicale all’interno della Scuola Secondaria di primo grado, e studiare uno strumento musicale tra quelli presenti.

L’Indirizzo Musicale è nato presso la Scuola Secondaria di 1° grado ubicata in via Amalfi nell’a.s. 2006/2007 e negli anni è divenuto punto di riferimento sul territorio e punto di forza dell’intero Istituto.

“L’insegnamento strumentale costituisce integrazione interdisciplinare ed arricchimento dell’insegnamento obbligatorio dell’educazione musicale nel più ampio quadro delle finalità della scuola media e del progetto complessivo di formazione della persona.

Esso concorre, pertanto, alla più consapevole appropriazione del linguaggio musicale, di cui fornisce all’alunno preadolescente una piena conoscenza, integrando i suoi aspetti tecnico-pratici con quelli teorici, lessicali, storici e culturali che insieme costituiscono la complessiva valenza dell’educazione musicale, orienta quindi le finalità di quest’ultima anche in funzione di un più adeguato apporto alle specifiche finalità dell’insegnamento strumentale stesso”.(D.M. 201/99)

Gli strumenti presenti nella nostra scuola sono:

  • chitarra classica
  • clarinetto
  • pianoforte
  • violino

Regolamento Indirizzo musicale

Caratteristiche dell’Indirizzo Musicale

Lo studio di uno strumento musicale può divenire un’esperienza formativa senza pari nella crescita di un individuo perché:
- promuove la formazione globale dell’individuo offrendo attraverso un’esperienza musicale resa più completa dallo studio di uno strumento, occasioni di maturazione logica, espressiva, comunicativa;

- integra il modello curricolare con percorsi disciplinari intesi a sviluppare, nei processi evolutivi dell’alunno, unitamente alla dimensione cognitiva, la dimensione pratico-operativa, estetico-emotiva, improvvi-sativo-compositiva;

- offre all’alunno, attraverso l’acquisizione di capacità specifiche, nuove occasioni di sviluppo e orientamento delle proprie potenzialità, una più avvertita coscienza di sé e del modo di rapportarsi al sociale;

- fornisce ulteriori occasioni di integrazione e di crescita anche per gli alunni in situazione di svantaggio

Il compito più gratificante di un insegnante è di accompagnare i ragazzi in un cammino di conoscenza e di crescita personale. Lo studio di uno strumento musicale sviluppa nei giovani potenzialità enormi: capacità psicomotorie, di coordinazione, espressive, percettive, manuali. Studiare uno strumento porta i ragazzi a relazionarsi con i propri coetanei, ad interagire con loro, ma, soprattutto, favorisce nuove modalità di espressione dei propri sentimenti e delle proprie emozioni, in un’età in cui non si è pienamente consapevoli della propria individualità.